Oculista Pediatrico

Confronta più preventivi degli ambulatori e delle strutture sanitarie private della tua città per la richiesta di prestazioni mediche.

Inviando la tua richiesta, sarai ricontattato gratuitamente per ricevere ogni informazione su disponibilità e costi del servizio.


Acconsento al trattamento dei suddetti dati personali come indicato nell’informativa sulla privacy  al fine di poter usufruire del servizio.
Al fine di migliorare la mia esperienza utente, acconsento all'invio di offerte, promozioni, comunicazioni e newsletters.
Cicca per informativa privacy completa
Accetto

Descrizione Oculista Pediatrico

Molte volte ci si chiede quando e come far visitare per la prima volta il nostro bambino dall’oculista pediatrico.

In generale la prima visita oculistica pediatrica viene realizzata alla nascita, ma ovviamente questo tipo di visita, difficilmente può diagnosticare con esattezza eventuali malattie nascoste o latenti nel neonato. Quindi è necessaria molta attenzione da parte dei genitori in quanto il bambino difficilmente si rende conto, o quantomeno è capace di esprimere verbalmente il suo disagio visivo.

L’oculista pediatra normalmente consiglia la prima vera visita oculistica entro i tre anni d’età. Questa comprende la “misurazione della vista” che serve ad escludere la miopia, l’astigmatismo o l’ipermetropia. E’ comunque fondamentale, come accennavamo sopra, l’osservazione costante da parte degli adulti prossimi, e in particolar modo dei parenti di sangue, se portatori a loro volta di malattie oculari congenite.

Questi sono i sintomi che all’apparire dovrebbero far correre i bambini dall’oculista pediatrico:

L’Oculista o Oftalmologo e l’Ortottista collaborano con il pediatra nelle varie fasi della vita preadolescenziale, le visite oculistiche pediatriche richiedono sempre una notevole competenza con i bambini, dato che spesso la loro attenzione è molto breve, l’oculista pediatrico deve subito instaurare un rapporto di fiducia e serenità e svolgere le varie fasi della visita in modo scorrevole e rapido per non perderne l’attenzione e di conseguenza la collaborazione con il piccolo paziente.

Si consiglia comunque la prima visita oculistica ai bambini verso i tre anni d’età, perché proprio in questa fase si può sviluppare lo strabismo o qualche difetto refrattivo. Fino ai 7-8 anni l’occhio del bambino possiede ancora una certa plasticità sono quindi possibili interventi correttivi che, se non vengono presi in tempo possono diminuire la capacità visiva per il resto della vita.

Cerchiamo un oculista pediatra usando il sistema di ricerca geografica di Imprendo, unico, preciso e garantito. Dissolviamo i nostri dubbi contattando l’oculista pediatrico più vicino a noi e non solo, ma attraverso lo chat con le nostre assistenti, avremo rapidamente un contatto diretto, e una risposta immediata.

Fidatevi d’Imprendo : otterrete di più con meno!

Trova il professionista per Oculista Pediatrico nella tua zona